M¥SS KETA

missketa

M¥SS KETA è l’angelo dall’occhiale da sera. E dal volto velato. La sua identità nascosta è il modo migliore per dire la Verità, perché “non avendo volto, c’è un po’ di M¥SS in ognuno di noi”. 

Performer situazionista, rapper dall’attitudine punk, icona pop e diva definitiva, ha esordito nel 2013 con l’album che ha portato nel mainstream la lifestyle milanese, raccogliendo milioni di views. Da lì in poi, una serie di successi stratosferici raccolti successivamente nel greatest hits L’ANGELO DALL’OCCHIALE DA SERA: COL CUORE IN GOLA (2016). Nell’estate 2017 pubblica l’EP CARPACCIO GHIACCIATO, nell’aprile 2018 esce invece UNA VITA IN CAPSLOCK, il suo primo vero album, acclamato anche dalla critica più snob. La prima affermazione internazionale arriva con l’esibizione nel 2018 nel tempio della techno mondiale, il Berghain di Berlino, nella stessa stagione che l’ha vista protagonista anche del mondo letterario con il suo primo libro, UNA DONNA CHE CONTA, pubblicato da Rizzoli Lizard. Il 29 marzo 2019 esce un nuovo piccantissimo disco: PAPRIKA, con cui si afferma definitivamente come pop star sulla bocca di un’intera nazione: un album con prestigiose collaborazioni: dal re del rap Guè Pequeno a Mahmood, fino ad arrivare a uno dei guru della dance music mondiale come Gabry Ponte

In questi anni M¥SS KETA ha infiammato i palchi dei maggiori festival e club italiani e internazionali in un tripudio di electro, house, rap, dubstep. Una vera sacerdotessa della notte pronta ad aizzare le masse di fedeli con il suo verbo dissacrante, eccessivo, radicalmente iperrealista. I suoi live sono esperienze extrasensoriali, i suoi testi la radiografia di una Nazione. Una donna di spettacolo, ma soprattutto uno spettacolo di donna, che non ha saputo dir di no agli insistenti corteggiamenti del mondo della moda, che l’ha fatta diventare la modella e icona più desiderata da svariati stilisti del Bel Paese e non solo.

Sempre in prima fila nei dibattiti su tematiche legate al gender e all’identità di genere, paladina del mondo LGBT, a 4 anni di distanza dalla prima versione, ha pubblicato il 18 ottobre 2019 il nuovo video LE RAGAZZE DI PORTA VENEZIA – THE MANIFESTO alla guida di una rinnovata crew – in cui figurano anche, fra le altre, Elodie, La Pina, Joan Thiele, Priestess e Roshelle – manifesto di libertà, sorellanza, girl power, queer culture. 

Nello stesso anno a Capodanno il Comune di Milano l’ha voluta protagonista in Piazza Duomo mentre il 2020 si è aperto con l’acclamazione di M¥SS da parte della più prestigiosa istituzione culturale italiana: la Treccani l’ha invitata a un dialogo pubblico con il Direttore del Salone del Libro Nicola Lagioia. A febbraio è stata fra i protagonisti del Festival di Sanremo 2020, affiancando Nicola Savino nella conduzione de L’Altro Festival su Rai Play e sul palco dell’Ariston in duetto con Elettra Lamborghini. Nel mese di maggio, l’edizione speciale del Salone del Libro 2020 l’ha voluta per un dialogo con Michela Giraud.

A ottobre 2020 ha rilasciato una lunga intervista al NY Times e il mese successivo è uscito il nuovo EP IL CIELO NON È UN LIMITE, composto da sette tracce prodotte da RIVA, con interventi compositivi di Populous e Unusual Magic, un featuring di Priestess e un cameo di Lilly Meraviglia.  Il 2 aprile esce IL CIELO NON É UN LIMITE – Lato B con due nuove tracce, FREESTYLE L02E, e MIRIAM con la collaborazione dei DPCM (L I M al basso, Giungla alla chitarra e Danila Guglielmi alla batteria elettronica). Nel 2021 insieme a Elodie vince la seconda edizione di Celebrity Hunted (Amazon Prime) e in estate calca i palchi di tutta Italia in tour con i DPCM.  

Anticipato dal singolo FINIMONDO il 27 maggio 2022 uscirà per Island Records/Universal Music Italia CLUB TOPPERIA, il terzo album di M¥SS KETA con i featuring di Dargen D’Amico, Guè, Noemi, La Niña&Bigmama, Cmqmartina, Boyrebecca, Kiddy Smile&David Blank e gli interventi di Silvia Calderoni, Francesca Cipriani e Isabella Santacroce. Il 28 maggio M¥SS KETA condurrà su Rai Uno i Diversity Media Awards, gli Oscar dell’inclusione, insieme a Michela Giraud e Diego Passoni.